SOLO UNA CASA

(Però la mia) Quanti piedi  hanno varcato la tua soglia  Per condividere qualche ora Per rimanere a cena Per fermarsi, di passaggio Salutare Per entrare e stare Respirarti Perché sei bella (Già.  Bella, una casa) É strano  Mi fai pensare  che ci attacchiamo  alle case alle cose  Le sentiamo nostre Ci diamo il permesso diContinua a leggere “SOLO UNA CASA”

A TE CHE MI HAI DERUBATO

Questo è indirizzato a te, che questa mattina mi hai rubato cinquanta euro. Lo so che tecnicamente non mi hai derubato, dal momento che guardando a terra avrai trovato i cinquanta euro di un povero idiota che li ha lasciati cadere così, come un fazzoletto dalla tasca. Il povero idiota sono io. Ecco, vorrei semplicementeContinua a leggere “A TE CHE MI HAI DERUBATO”

DEVI FARE COME

C’è un uomo che abita in quel casolare. Ogni tanto vado a trovarlo. Tutti pensano e dicono che abiti da solo. Tutti si sbagliano. Felice – così si chiama – si sveglia ogni mattina alle sei e mezza e va a dare da mangiare alle oche. E quelle, dalla prima all’ultima, starnazzando lo seguono nelContinua a leggere “DEVI FARE COME”