Pensieri disagevoli frequenti

Esiste una serie di pensieri ricorrenti che quando vengo “risvegliata” mi tartassano e, di conseguenza, ossessionano @barcadicarta. Eccoli:

  • Puzzo
  • Non voglio parlare con nessuno
  • Mi mangerei dei cannelloni a colazione
  • Voglio piangere fino a domani senza motivazione
  • Voglio piangere fino a domani perchè mi sento in colpa perchè non ho reali motivazioni per piangere
  • Piango sempre
  • Sono senza speranza
  • Nessuno mi vuole bene
  • Non ho ALCUN amico
  • Voglio essere compatita
  • Non mi farò mai più i peli e non mi truccherò mai più. Fanculo.
  • VOGLIO MIA MAMMA.

Autocommiserazione.

Sostantivo Femminile. Senso di profondo abbattimento per un errore commesso o l’incapacità dimostrata in un frangente, che si traduce in un’inutile commiserazione di sé stesso e nell’incapacità di reagire opportunamente.

Dizionario

Esistono metodi comprovati per far fronte a questo genere di pensieri che, comunque, hanno la loro funzione e se vengono elaborati è perchè a un certo punto deve avvenire una riflessione che porterà a due possibili direzioni: una in cui queste attività mentali diventano abituali e vengono, per così dire, coltivate e ingrandite a problemi insormontabili. E un’altra in cui a questi pensieri ne vengono sostituiti degli altri, meno vittimistici e più positivi. A volte con @barcadicarta giochiamo a Raffica di opposti, che consiste nel dirsi occhi negli occhi frasi che si zittiscono una con l’altra (Ad esempio io le dico: “Puzzi” e lei risponde: “Sono profumata come Sharon Stone nella pubblicità per Dior”). Come potrete capire, rivelarmi ed essere accettata (anche se non del tutto) è stato producente anche per me stessa, che tendo spesso a buttarmi giù a causa della mia indole. Esiste sempre, in ogni caso, una fase di rifiuto in cui la persona base percepisce i pensieri disagevoli come veri e originati da esterni fattori contingenti (il pre mestruo, una brutta giornata, la sveglia col piede sbagliato) o semplicemente quando non ha riconosciuto nessun Doppio all’interno della propria identità. Per un primo passo verso l’accettazione dei Pensieri disagevoli frequenti, leggi i miei consigli su come fare amicizia con il proprio alter ego.

Pubblicato da barcadicarta

Autrice di: Ogni cosa che scrivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: